In questo periodo in cui diventa sempre più difficile ritrovarsi e scambiarsi idee, i sistemi tecnologici ci vengono incontro, permettendoci di accorciare le distanze e favorire il confronto.

Proprio per questo motivo abbiamo deciso di organizzare un webinar incentrato sull’apicoltura e sul modo in cui la tecnologia può andare a modificare, in meglio, questo settore da molti ancora percepito come tradizionale e a prova di innovazione.

Apicoltura e innovazione tecnologica: i sistemi di monitoraggio da remoto

L’utilizzo sempre più diffuso di sistemi per il monitoraggio da remoto degli alveari sta crescendo di anno in anno. Fino a poco tempo fa, l’impiego di bilance per il controllo a distanza del peso delle arnie oppure di sistemi antifurto era un lusso per pochi. I dispositivi in commercio erano ancora rudimentali, analizzavano solo pochi parametri e avevano costi elevati, anche a causa dei moduli di trasmissione dati. Già allora, però, avevano dimostrato quanto potessero essere importanti e utili per una migliore e più razionale gestione degli alveari.

È così che si è iniziato a prestare sempre più attenzione ai parametri monitorati per poter dare all’apicoltore un supporto sempre più concreto ed efficace, non solo per monitorare la produzione, ma anche per avere a disposizione importanti informazioni sulle api.

I sistemi di monitoraggio 3Bee

3Bee ha presentato sul mercato il suo primo sistema di monitoraggio da remoto nel 2018. I dispositivi completamente modulari erano nati per soddisfare le diverse esigenze di tutti gli apicoltori, dai professionisti agli hobbisti.

webinar apicoltura 3bee

Dalla singola barra al sistema completo dotato di sensori per misurare anche temperatura interna, umidità e intensità sonora, si è pensato alla misurazione di tutti i principali parametri biologici dell’alveare, in grado di restituire un quadro completo dello status dell’alveare.

Un  prodotto e un team in continua evoluzione

Dal 2018, il nostro team si è ingrandito, supportando anche tutte le attività di ricerca e sviluppo che hanno portato a offrire oggi un prodotto più completo e dalle potenzialità più estese.

Il team di R&S è costituito da sviluppatori firmware e hardware che si occupano di progettare e migliorare i nostri prodotti, creando di fatto un sistema sempre più rispondente alle esigenze degli apicoltori. Non solo, però. Tra i loro campi di intervento troviamo anche tutto quello che sta dietro al sistema di monitoraggio 3Bee: la piattaforma, l’app, la gestione dei dispositivi.

Il team Operations tratta gli aspetti più pratici, dalla gestione degli ordini all’assistenza tecnica a supporto degli apicoltori.

Il team Marketing, invece, si occupa della promozione dei prodotti e di tutte le attività che coinvolgono gli apicoltori, facendo conoscere anche ai non addetti ai lavori (molto spesso anche aziende e corporate) il meraviglioso mondo delle api e dell’apicoltura.

Il progetto Adotta un alveare

Tra le iniziative più importanti e di successo portate avanti da 3Bee non possiamo non citare il progetto “Adotta un alveare”. Con “Adotta un alveare” ogni apicoltore dotato del nostro sistema Hive-Tech può mettere online il suo alveare e dare la possibilità a chiunque di adottarlo. All’adozione è associata anche la vendita di un certo quantitativo di miele prodotto dalla specifica apicoltura. Questo miele, che viene comprato al prezzo al dettaglio, non svalutando così il duro lavoro di api e apicoltori, è poi spedito dall’apicoltore stesso direttamente ai suoi “adottatori”, che non solo potranno gustare la squisitezza di un miele artigianale e genuino, ma potranno monitorare a distanza, per un anno intero, le “loro” api.

webinar apicoltura 3bee

Il network di “Adotta un alveare” coinvolge più di 80 apicoltori italiani e oltre 20.000 adottatori, in Italia e anche all’estero. Questo permette anche a realtà locali  e di piccole dimensioni di far conoscere a tutto il paese il loro prodotto, chiara espressione del territorio in cui le api raccolgono il prezioso nettare. Tra i nostri apicoltori, troviamo anche tipologie di miele rarissime, come la stregonia o la santoreggia, prodotte solo in alcune regioni del nostro Belpaese, che possono essere così concretamente valorizzate.

Come cambia il lavoro dell’apicoltore 

Si può quindi dire che il mondo dell’apicoltura è cambiato molto nell’ultimo decennio, anch’esso travolto dalle numerose innovazioni tecnologiche che non solo hanno portato a un cambiamento del metodo di conduzione dell’apiario, ma anche del modo in cui è raccontato il mondo delle api e degli apicoltori.

Grazie al monitoraggio da remoto, si può programmare con anticipo il proprio lavoro in apiario, in modo tale da intervenire solo quando necessario. Così si risparmia tempo prezioso, soprattutto se si hanno le casse molto lontane da casa. Nel contempo, avere sempre sott’occhio lo status dell’alveare e della sua attività di raccolta permette di ottimizzare le visite, diminuendo anche lo stress a cui sono sottoposte le api ogniqualvolta l’apicoltore apre l’arnia.

È anche possibile controllare il consumo delle scorte, così da sapere sempre quando le api hanno bisogno di un supporto o meno. Impiegare un sistema di monitoraggio da remoto è come avere una persona sempre in campo che ti dice ogni giorno come stanno gli alveari.

Grazie al supporto non solo di un prodotto hardware continuamente migliorato, ma anche di una nuova App con sempre più funzionalità e in costante evoluzione, l’apicoltore ha nuovi strumenti per affrontare stagioni apistiche sempre più imprevedibili e difficoltose.

Un webinar per apicoltori fatto da apicoltori

Parleremo proprio di questo e di come è cambiato il lavoro dell’apicoltore grazie a queste nuove tecnologie durante il nostro webinar. Avremo con noi anche 3 apicoltori che utilizzano la nostra tecnologia in diversi modi.

webinar apicoltura 3bee

Giuseppe Masciulli è il titolare dell’Apicoltura Alveus, situata in Puglia. Con i suoi collaboratori gestisce circa 600 famiglie e, nelle stagioni migliori, produce ben 9 diverse tipologie di miele.

Antonio Blessent, dell’Apicoltura Le Avije, cura le api con il socio Mattia, in Piemonte, nei pressi del Parco Nazionale del Gran Paradiso. La loro azienda apistica è di più piccole dimensioni, gestiscono “solo” 200 alveari. Producono il miele tipico della loro zona: castagno, millefiori, rododendro, acacia, tiglio, flora alpina.

Luca Adami è invece un apicoltore hobbista. L’apicoltura e le api sono una grandissima passione che lo ha spinto a ritagliarsi del tempo per la gestione delle sue famiglie.

Tre apicoltori diversi e tre diverse esperienze di apicoltura. Come ha cambiato il loro lavoro l’introduzione dei sistemi 3Bee? Che cosa ha spinto ad affidarsi a queste nuove tecnologie? A quali bisogni riescono a dare risposta?

Questi saranno solo alcuni dei temi che affronteremo il 19 novembre 2020 alle ore 17 nel webinar 3Bee, che potrai seguire direttamente dalla nostra pagina Facebook. Iscriviti nel nostro gruppo per rimanere sempre aggiornato e non perderti l’inizio dell’evento! Per te una speciale sorpresa targata tutta 3Bee!

Iscriviti alla Newsletter

[/fusion_title]

Resta costantemente aggiornato sugli innovativi sistemi di monitoraggio firmati 3Bee
e su tutte le novità del mondo dell’apicoltura.

Cliccando subscribe accetti la normativa della privacy d. lgs 196/2003 e Reg. UE 2016/67

[/fusion_builder_column]

[/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

 

 

funded by UE