Il miele di melata: caratteristiche e proprietà

Home/Adotta un alveare, Cosa devi sapere riguardo a..., I prodotti delle api, Miele/Il miele di melata: caratteristiche e proprietà

Il miele di melata: caratteristiche e proprietà

Molto spesso, quando si discute delle varie tipologie di miele, si ha ben chiaro ciò di cui si parla: miele di acacia, miele di castagno, miele di tiglio… Sappiamo tutti ricollegarli alle piante dai cui fiori viene raccolto il nettare che verrà poi trasformato dalle api in miele.

Quando, invece, si parla di miele di melata è inevitabile andare in confusione. Che tipo di miele sarà? Se sei un “addetto ai lavori” la risposta ti sorgerà spontanea. Se, invece, non hai la benché minima idea di cosa possa essere, continua a leggere.

Cos’è la melata

Eliminiamo subito un elemento che può causare confusione: la melata non ha nulla a che fare con le mele! La melata, infatti, è una sostanza zuccherina secreta da alcuni piccoli insetti (afidi, cocciniglie, psille, ecc.) che si nutrono della linfa degli alberi, in particolare abete rosso, pino, quercia, tiglio e acero. Questi insetti, per poter assumere tutti gli elementi necessari a una corretta alimentazione, sono costretti a mangiare enormi quantità di linfa e, nel contempo, eliminare l’acqua e gli zuccheri in eccesso.

afidi e formicheLa melata, effettivamente un prodotto di scarto di questi insetti, è però molto ricca di sostanze come sali minerali e zuccheri e rappresenta un’utile fonte di nutrimento per formiche e api. Per queste ultime, la melata è un’importante risorsa per il proprio sostentamento, soprattutto in zone in cui scarseggiano le fonti nettarifere o in quei periodi dell’anno in cui le fioriture sono già terminate.

Il miele di melata e le sue caratteristiche

Una volta raccolta questa preziosa sostanza zuccherina, le api la introducono nell’alveare e la trasformano in miele. Nasce così il miele di melata, conosciuto anche con il nome di miele di bosco, che presenta alcune caratteristiche che lo differenziano dal comune miele di nettare.

In primo luogo, è molto meno dolce rispetto agli altri mieli, in quanto presenta una minor quantità di zuccheri. Al gusto può ricordare la corteccia e lascia in bocca un retrogusto amarognolo che può ricordare il sapore del terriccio. In alcuni casi, come per il miele di melata di abete, il suo sapore viene ricondotto a quello del caramello.

mieleUn’altra caratteristica immediatamente visibile è il colore. Il miele di melata, infatti, presenta tonalità di colore che vanno dal marrone scuro al quasi nero, e ciò lo rende sicuramente il miele più scuro sul mercato. Il colore scuro è segno distintivo della sua ricchezza di antiossidanti, soprattutto polifenoli, che contrastano i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare.

Tra le varie tipologie di miele, è quello con il maggior numero di sali minerali e oligoelementi: calcio, magnesio, manganese, sodio, potassio, rame, cromo e ferro, di cui è particolarmente ricco. Ha anche molte vitamine e numerosi amminoacidi essenziali.

Inoltre, ha una consistenza viscosa, ma non cristallizza mai completamente.

Proprietà benefiche

Il miele di melata è ricco di proprietà benefiche ed è per questo motivo che è un alimento molto prezioso per la nostra alimentazione. In particolare, ha una forte azione antisettica e antibatterica. In passato, infatti, veniva spesso usato per disinfettare ferite e lesioni. Come anche le altre tipologie di miele, è un forte antibatterico ed è particolarmente consigliato per alleviare raffreddori, mal di gola, tosse e, in generale, le malattie che coinvolgono l’apparato respiratorio.

È un’ottima fonte di energia per gli sportivi e può essere utilizzato per integrare una carenza di sali minerali e oligominerali.

mieleIl miele di melata è un grande alleato del nostro cervello e rafforza memoria e concentrazione. Apporta anche numerosi benefici per il nostro intestino grazie alla presenza di numerosi batteri probiotici.

Infine, il minor contenuto di zuccheri lo rende particolarmente indicato per coloro che seguono una dieta dimagrante o a basso contenuto glicemico.

Attenzione alla provenienza!

Per poter godere davvero dei tantissimi benefici del miele di melata, è importante fare attenzione a due aspetti: la lavorazione e la provenienza.

Il miele grezzo, non sottoposto ad alcuna adulterazione industriale, è l’unico miele che conserva pienamente i suoi valori nutrizionali e apporta un significativo beneficio al nostro organismo.

Inoltre, è importante fare attenzione al luogo di provenienza del miele. Non essendo prodotto a partire dal nettare dei fiori, ma da una sostanza emessa da insetti che si nutrono della linfa di piante, il miele di melata può presentare una maggiore concentrazione di metalli pesanti, derivanti dall’inquinamento urbano e stradale. Per questo motivo, è sempre meglio preferire un miele di melata prodotto lontano da strade particolarmente trafficate e da zone fortemente industrializzate.

Adotta un alveare 3Bee!

Sistemi di monitoraggio per alveari 3BeeNon sempre, però, è facile appurare con certezza la provenienza del miele che consumiamo quotidianamente. Con 3Bee, potrai però monitorare giorno per giorno un alveare e ottenere poi a casa tua il miele da esso prodotto. Potrai così avvicinarti al mondo dell’apicoltura senza dover diventare apicoltore. Vuoi scoprire come? Adotta anche tu un alveare 3Bee!

Iscriviti alla Newsletter

Resta costantemente aggiornato sulle novità 3Bee.
Le api hanno bisogno di te, non perderti nemmeno un buzz!

Cliccando subscribe accetti la normativa della privacy d. lgs 196/2003 e Reg. UE 2016/67

2018-08-20T10:44:31+00:00 luglio 26, 2018 |
Se non vuoi utilizzare i cookies di cui dispone questo sito, seleziona l'impostazione appropriata sul tuo browser. Se continui a navigare, acconsenti all'utilizzo dei cookies così come indicato nella nostra normativa privacy