Il miele di lavanda: proprietà e caratteristiche

Home/Adotta un alveare, Apicoltura, Cosa devi sapere riguardo a..., I prodotti delle api, Miele/Il miele di lavanda: proprietà e caratteristiche

Il miele di lavanda: proprietà e caratteristiche

Il miele di lavanda è una rara prelibatezza realizzata a partire dalla pianta della lavanda. In realtà, sotto questo nome vengono raggruppati mieli prodotti da diverse specie di lavanda. Esso sono diffuse principalmente in Spagna e in Francia, mentre in Italia si trovano lungo il litorale tirrenico e sulle isole. Il maggior produttore italiano di miele è, infatti, la Sardegna. Il miele di lavanda non è molto diffuso, essendo piuttosto complesso da ricavare, ma ha delle straordinarie proprietà, oltre a un gusto particolarmente caratteristico.

La lavanda

api e lavandaNell’immaginario collettivo, quando si parla di lavanda vengono subito in mente le enormi distese che colorano la Provenza. Questa pianta dal caratteristico colore e profumo viene principalmente coltivata per ricavarne il prezioso olio essenziale, anche se in alcuni luoghi è ancora possibile raccogliere il miele. Il miele di lavanda non è facile da produrre perché per poter realizzare un monoflora sono necessarie grandi coltivazioni di lavanda

Con il generico appellativo di “miele di lavanda” ci si riferisce a tutti i mieli prodotti dalle diverse tipologie di lavanda. Le più comuni in Europa sono la Lavandula stoechas (lavanda selvatica), la Lavandula angustifolia, la Lavandula latifolia e il Lavandino (ibrido delle ultime due specie). Esse hanno tempi di fioritura differenti, andando da marzo a maggio per la selvatica, fino ad estendersi da giugno a settembre per l’angustifolia.

In Italia, l’unica specie da cui si riesce a ricavare il miele è la prima, quella selvatica. Quello derivante dall’angustifolia è rilevante solo in quei territori di Liguria e Piemonte che confinano con la Francia.

Le caratteristiche del miele di lavanda

Il miele di lavanda presenta peculiarità ben definite. Nella sua forma liquida, presenta un colore che va dal giallo paglierino all’ambra. Tuttavia, questo tipo di miele presenta una forte tendenza alla cristallizzazione, che avviene abbastanza rapidamente e porta alla formazione di cristalli di medie e piccole dimensioni, modificandone anche il colore (beige-bianco). L’odore e il gusto sono decisamente particolari, descritti come piuttosto intensi, dall’aroma floreale e fruttato.

Un miele dai tanti benefici

ape e lavandaOltre ad avere caratteristiche specifiche, il miele di lavanda vanta anche tanti benefici che condivide in parte con la pianta da cui deriva. Innanzitutto, è un ottimo calmante per il sistema nervoso e aiuta ad alleviare stress e tensione, sia a livello fisico che a livello psicologico. Per questo motivo, viene consigliato in caso di stati d’ansia, insonnia e mal di testa da stress. Secondo uno studio spagnolo, questo miele, infatti, risulta essere quello più ricco di tirosina, un amminoacido utilizzato nel trattamento e nella prevenzione di alcune condizioni patologiche che coinvolgono il cervello, tra cui depressione, ansia e stress.

Un’altra proprietà molto importante è quella legata alla sua attività antifunginea, soprattutto nei confronti del fungo Candida krusei, secondo quanto affermato da studi condotti da ricercatori spagnoli e portoghesi.

Come tutte le altre tipologie di miele, anche quello di lavanda presenta una certa concentrazione di antiossidanti, utili per contrastare l’effetto dei radicali liberi, e aiuta a risolvere alcune problematiche legate all’apparato respiratorio, come tosse e mal di gola. Inoltre, svolge una funzione cicatrizzante e disinfettante. Consigliato come energizzante non solo per atleti, il suo ricco contenuto di ferro e manganese lo rendono molto utile per tutti coloro che presentano stati di anemia.

Preferire sempre il miele grezzo e non lavorato

Per poter godere appieno di tutte le proprietà benefiche del miele è fondamentale scegliere un miele grezzo, non sottoposto a nessun tipo di lavorazione industriale. Inoltre, è consigliato consumarlo al “naturale” e, se utilizzato per dolcificare bevande e tisane, è meglio aggiungerlo una volta che la temperatura sia abbastanza bassa da evitare di privare il miele di tutte le sue proprietà.

Adotta un alveare 3Bee

Scegliere il giusto miele è, quindi, importantissimo. Cerca sempre di scegliere prodotti italiani, magari dell’apicoltore di fiducia. Se, oltre a desiderare di consumare un prodotto di qualità, volessi anche addentrarti di più nel mondo delle api, 3Bee ti dà la possibilità di adottare un alveare e non solo di ricevere a casa tua il miele da esso prodotto, ma anche di monitorarlo in tempo reale da PC o smartphone grazie ai nostri dispositivi Hive-Tech! Scopri di più!

Iscriviti alla Newsletter

Resta costantemente aggiornato sulle novità 3Bee.
Le api hanno bisogno di te, non perderti nemmeno un buzz!

Cliccando subscribe accetti la normativa della privacy d. lgs 196/2003 e Reg. UE 2016/67

2018-07-09T15:34:25+00:00 luglio 9, 2018 |
Se non vuoi utilizzare i cookies di cui dispone questo sito, seleziona l'impostazione appropriata sul tuo browser. Se continui a navigare, acconsenti all'utilizzo dei cookies così come indicato nella nostra normativa privacy