Il 5 giugno è una data molto importante per il nostro pianeta e per chi ne ha a cuore la salvaguardia: festeggiamo infatti la giornata mondiale dell’ambiente. Questa ricorrenza non è una delle ultime iniziative a favore della tutela dell’ambiente, ma ha in realtà una lunga storia alle sue spalle.

La Giornata mondiale dell’ambiente: come nasce

Nel 1972, infatti, le Nazioni Unite decisero di istituire questa festività in occasione del lancio del Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente. Fu celebrata per la prima volta nel 1974, con l’evocativo slogan “Only One Earth”, una sola terra, che mai come oggi risulta ancora attuale.

Da quel momento, si è dedicato ogni anno a un argomento specifico legato alle problematiche ambientali, dal buco nell’ozono alle sostanze chimiche tossiche presenti nelle falde fino allo sviluppo sostenibile e ai cambiamenti climatici.

Adotta anche tu il tuo alveare e scegli quale apicoltura italiana sostenere! Utilizza il codice BEEGREEN20 per avere subito uno sconto del 10% su ogni piano di adozione!

Perché istituire una Giornata mondiale per l’ambiente

La Giornata mondiale dell’ambiente è il mezzo principale adottato dall’ONU per promuovere una maggiore consapevolezza e una concreta iniziativa a favore del nostro ambiente. Quello che si vuole indurre è un vero e proprio cambiamento a livello globale, così come si auspica l’emergere di una vera propria comunità attivamente impegnata a favore della tutela del nostro pianeta.

Non basta, quindi, un solo livello d’azione. È necessario che le attività produttive pensino a modelli di sviluppo più green, che agricoltori e produttori facciano scelte più sostenibili, che i governi si impegnino per la salvaguardia degli habitat e dell’ambiente. Ma anche il singolo deve fare la sua parte. È fondamentale riflettere sui propri consumi, si deve promuovere una “cultura ambientale” anche a livello educativo, in modo che fin da piccoli si possa modellare la propria vita a misura d’ambiente.

Giornata mondiale dell'ambiente celebra la biodiversità

Per questo motivo, è stato scelto, ogni anno, di porre l’attenzione globale su una particolare tematica ambientale, cercando di trattare tutti quei problemi che interessano il nostro pianeta, anche quelli meno noti. Si è deciso, inoltre, di individuare un paese ospite che si faccia promotore delle principali iniziative a riguardo.

Per il 2020, si è scelto di “celebrare la biodiversità” e il paese ospite è la Colombia, in partnership con la Germania.

Perché, però, si è deciso proprio adesso di parlare di biodiversità?

Quest’anno la Giornata mondiale dell’ambiente celebra la biodiversità

Per biodiversità si intende, in modo molto generale, la varietà di vita sul nostro pianeta. Questo non include solo i quasi 8 milioni di specie diverse tra piante, animali, funghi e batteri, ma anche gli ecosistemi in cui essi vivono e la loro diversità genetica. Una delle immagini che più possono aiutarci a capire cos’è la biodiversità è quella di una rete, estesa e fittissima. Ogni maglia è legata indissolubilmente all’altra: se se ne intacca una, questo genera conseguenza, a volte irreparabili, su tutte le altre.

Biodiversità

Tutti i recenti eventi, dagli incendi che hanno colpito, solo per citare i casi che più hanno ricevuto risonanza globale, l’Amazzonia e l’Australia, all’invasione di locuste che ha interessato l’Africa orientale fino alla recente pandemia che ha sconvolto l’intero pianeta, ne sono chiari testimoni. La nostra vita è strettamente interconnessa a quella del nostro pianeta e non possiamo più ignorarlo.

 

I danni dell’attività umana sulla biodiversità e sull’ambiente

La biodiversità rappresenta le fondamenta della vita sul nostro pianeta. L’azione dell’uomo, però, sta creando conseguenze estremamente negative su di essa. Tra le pratiche più dannose ricordiamo la deforestazione, la distruzione degli habitat naturali, l’agricoltura intensiva e l’accelerazione dei cambiamenti climatici. È stato calcolato che servirebbe circa 1,6 pianeti Terra per soddisfare ogni anno le nostre “richieste”! Questo non porta ad altro se non a perdita di biodiversità, che a sua volta si ripercuote negativamente su di noi. Le conseguenze estreme sono il collasso dei sistemi alimentari e sanitari.

Nel frattempo, però, si stanno già causando danni irreparabili. Circa un milione di specie viventi è ormai considerato a rischio estinzione e gli scienziati ritengono che stiamo assistendo alla sesta grande estinzione di massa. A ciò si aggiunge anche la distruzione e la degradazione degli habitat naturali.

adotta alveare

Adotta anche tu il tuo alveare e scegli quale apicoltura italiana sostenere! Utilizza il codice BEEGREEN20 per avere subito uno sconto del 10% su ogni piano di adozione!

Un intervento concreto a favore della biodiversità

L’intervento che si auspica è dunque un’azione su più livelli. Cosa possiamo però fare noi nel nostro piccolo per perseguire gli obiettivi della Giornata mondiale dell’ambiente? Come possiamo dare una mano all’ambiente e difendere la biodiversità? Anche se la tematica sembra tanto più grande di noi, in realtà possiamo comunque dare un contributo importante alla salvaguardia del nostro pianeta!

  • Diventa ambasciatore della biodiversità

Ognuno di noi può farsi portavoce di quelle buone pratiche che, messe in atto, possono aiutare l’ambiente. Possiamo anche promuovere una maggiore consapevolezza riguardo alle tematiche ambientali e all’importanza della tutela della biodiversità.

Giornata mondiale dell'ambiente

Si può parlarne fra amici, ma anche organizzare azioni a livello locale, magari coinvolgendo associazioni e amministrazioni, cercando di rendere le persone più consapevoli e attente al proprio territorio. La Giornata mondiale dell’ambiente potrebbe essere l’occasione perfetta per iniziare ad attirare l’attenzione di un numero sempre maggiore di persone su queste problematiche.

  • Compra locale

Comprare locale non solo ti consente di supportare le realtà produttive del tuo territorio, ma di azzerare la filiera di approvvigionamento alimentare e di conoscere a fondo i prodotti che porti quotidianamente sulla tua tavola. Le piccole realtà locali, inoltre, sono spesso sempre più consapevoli delle tematiche della sostenibilità ambientale e della preservazione della biodiversità.

Giornata mondiale dell'ambiente biodiversità compra locale

Indirizzando verso di loro le tue preferenze di acquisto potrai dare un tuo contributo a questo modo “illuminato” di concepire l’attività produttiva e potrai avere informazioni di prima mano riguardo a cosa si fa per tutelare l’ambiente. Inoltre, spesso le realtà locali si fanno promotrici di pratiche agricole più sostenibili, che guardano alla riduzione dell’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici, impattando più positivamente sull’ambiente. Ricorda che anche comprare prodotti di stagione fa la sua differenza.

  • Riduci, riusa, ricicla

Fermiamoci un attimo e analizziamo bene come, cosa e quanto consumiamo. E poi, dei nostri rifiuti, che ne facciamo? Il primo passo per impattare meno sull’ambiente è sicuramente ridurre i consumi. Dobbiamo imparare a comprare meno e meglio, in modo da produrre il minor numero possibile di rifiuti.

Il passo successivo è quello di imparare a riciclare il più possibile. Riciclare permette di ridurre l’inquinamento perché decresce il consumo di energia e di acqua, ma anche il bisogno di creare nuove discariche. Fortunatamente, l’attenzione per la raccolta differenziata è sempre maggiore, ma possiamo migliorare ancora, riciclando anche le batterie, i materiali elettrici etc.

Giornata mondiale dell'ambiente riduci riusa ricicla

Infine, dovremmo imparare anche a riusare. Il riuso è ancora più importante del riciclo perché non c’è necessità di alcuna trasformazione del “rifiuto”: lo si destina solo ad un altro uso. In quest’ottica, diventa importante acquistare prodotti anche di seconda mano e rendere disponibili agli altri gli oggetti che non usiamo più.

  • Risparmia l’acqua

L’acqua è fondamentale per la vita sul nostro pianeta, quindi lo è per la biodiversità. Se ognuno di noi riducesse anche di poco il proprio consumo di acqua, quanta ne risparmieremmo in un anno?

Giornata mondiale dell'ambiente risparmia acqua celebra la biodiversità

Chiudi il rubinetto ogni volta che non ti serve: mentre ti insaponi sotto la doccia, quando lavi i piatti, quando ti spazzoli i denti. Ridurre il consumo di acqua, però, significa anche che riduci il consumo di energia necessaria per riscaldarla.

  • Riduci la tua impronta ecologica

L’impronta ecologica, o carbon footprint, indica quanti gas serra sono prodotti da un prodotto, da un’organizzazione o, addirittura, da un individuo.

Riduci la tua carbon footprint

Ormai conosciamo tutti, più o meno approfonditamente, qual è l’impatto delle eccessive emissioni di gas serra nell’atmosfera sull’ambiente e, di conseguenza, sulla biodiversità. Prediligi i mezzi pubblici e, quando puoi, spostati in bicicletta o a piedi.

  • Proteggi gli habitat naturali e coltiva piante autoctone

L’impatto dell’attività umana sull’ambiente e sulla biodiversità può essere devastante. Non disturbare gli habitat naturali e il loro equilibrio, lascia che le piante e i fiori crescano indisturbati. Per salvaguardali, puoi anche decidere di coltivare piante autoctone, ovvero originarie del tuo territorio.

Giornata mondiale dell'ambiente

Immettendo piante alloctone, ovvero estranee a un certo ambiente, si rischia di creare squilibri irreparabili negli ecosistemi. E questo non vale solo per le piante, ma anche per le specie animali.

  • Aiuta le api e gli impollinatori

Api e impollinatori sono essenziali per l’ecosistema, la biodiversità e la nostra vita. Le api sono responsabili di circa il 75% delle coltivazioni di interesse alimentare a livello mondiale. Per quando riguarda invece le piante selvatiche, quasi il 90% dipende per la loro riproduzione dall’intervento di questi impollinatori. Senza il loro intervento, il mondo sarebbe ben diverso da quello che conosciamo ora.

Giornata mondiale dell'ambiente Aiuta le api e impollinatori

Il loro lavoro e la loro sopravvivenza, però, non può essere data per scontata. Le api sono sempre più in pericolo a causa di varie minacce: pesticidi, cambiamenti climatici, malattie, parassiti e perdita degli habitat naturali. Molte specie di impollinatori sono state dichiarate a rischio estinzione e anche le nostre api da miele non se la passano bene.

Il numero degli alveari persi negli ultimi anni è preoccupante: 10 milioni negli ultimi 10 anni. Proteggere le api è quindi un dovere di tutti noi. Possiamo rendere il mondo più a prova d’ape piantando i fiori che più preferiscono e limitando il consumo di sostanze nocive, come i pesticidi e gli insetticidi, che vengono dispersi nell’ambiente. Un ambiente più sano è un posto più sicuro per le api, quindi tutelare la biodiversità e il pianeta significa proteggere le api e viceversa.

Adotta un alveare 3Bee

Le api, però, sono sempre più colpite da malattie e parassiti che ne mettono a rischio la sopravvivenza. Per questo motivo la presenza degli apicoltori è fondamentale.

adotta un alveare 3bee

Gli apicoltori, infatti, curano le api durante tutto l’anno, le proteggono dai parassiti che, se non contrastati, causerebbero il collasso degli alveari, generando una pericolosa reazione a catena. In caso di clima avverso, gli apicoltori possono intervenire sostenendo le colonie di api, consentendo loro di avere cibo e di non morire di fame. Questo è stato un rischio concreto nell’annata 2019, quando un maggio freddo e piovoso avrebbe creato danni molto gravi nelle famiglie pronte per il raccolto che si sono trovate dopo la fine dell’inverno e in primavera inoltrata senza più fonti di cibo. Sostenere questi apicoltori, quindi, non solo è sostenere dei produttori locali, ma anche realtà virtuose che si occupano anche del benessere delle proprie api.

Grazie al progetto “Adotta un alveare” anche tu puoi dare il tuo contributo. Scegli di festeggiare la Giornata mondiale dell’ambiente adottando il tuo alveare. Potrai scegliere la realtà apistica da sostenere, l’alveare da monitorare da remoto direttamente dal tuo smartphone e il miele che riceverai a casa una volta prodotto.

adotta alveare 3bee

Adotta anche tu il tuo alveare e scegli quale apicoltura italiana sostenere! Utilizza il codice BEEGREEN20 per avere subito uno sconto del 10% su ogni piano di adozione!

Iscriviti alla Newsletter

Resta costantemente aggiornato sul fantastico mondo delle api e su tutte le novità 3Bee!

Cliccando subscribe accetti la normativa della privacy d. lgs 196/2003 e Reg. UE 2016/67