Anche in Sardegna è finalmente stato pubblicato il bando per l’annata apistica 2018/2019. Gli obiettivi specifici che sono stati prefissati mirano ad aumentare l’efficacia e la commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura, sostenere la lotta e la prevenzione nei confronti delle varie patologie dell’alveare, favorire il nomadismo, compensare le perdite in termini di api e promuovere le varie analisi del miele.

L’importo complessivo stanziato è di 191.297,32€, suddivisi in diverso modo fra le misure di intervento contemplate dal bando.

Rimani aggiornato sui bandi!
Contattaci per maggiori informazioni, anche sui nostri prodotti


 

Contributo massimo ammesso

Il contributo massimo complessivo ammesso per le singole aziende apistiche è di 7.500,00€, raddoppiato a 15.000,00€ nel caso in cui i beneficiari siano forme associate di produzione (cooperative, consorzi, organizzazioni di produttori).

I beneficiari

Possono presentare domanda di contributo gli apicoltori che possiedono i seguenti requisiti:

  • essere in regola con la registrazione alla Banca Dati Apistica
  • possedere partita IVA ed essere iscritto al Registro delle Imprese in qualità di imprenditore agricolo
  • avere almeno 15 alveari denunciati e registrati
  • essere in regola con le norme igienico-sanitarie previste per i locali di lavorazione dei prodotti dell’alveare, sia per quanto concerne lavori in proprio sia per quelli demandati a terzi

Misure ammesse al contributo

Gli apicoltori in possesso dei suddetti requisiti possono quindi presentare domanda di finanziamento per l’acquisto di attrezzatura varia, per acquistare farmaci e per procedere con la sterilizzazione di arnie e attrezzatura, per acquistare arnie e sciami, nuclei, famiglie, pacchi d’api e api regine.

Guardiamo più in dettaglio le singole misure di interesse.

Misura B: lotta contro gli aggressori e le malattie dell’alveare, in particolare la varroasi

Azione b3: attrezzature varie

Per questa azione il contributo è pari al 60% della spesa ammissibile e comprende gli acquisti di materiali vari, tra cui il sublimatore e apparecchi di protezione individuale

Azione b4: acquisto di idonei farmaci veterinari e sterilizzazione delle arnie e attrezzature apistiche

In questo caso, il contributo ammonta al 50% delle spese ammissibili, che riguardano l’acquisto di presidi sanitari registrati a uso specifico per la lotta contro le malattie dell’alveare o prescritti dal veterinario. Di tutti questi prodotti si deve tener traccia nel registro dei trattamenti e si deve conservare la relativa documentazione. Inoltre, sono incluse le varie spese per sterilizzare le arnie e le attrezzature varie.

Misura C: razionalizzazione della transumanza

Sotto-azione c2.1: acquisto arnie

Per questa sotto-azione, la percentuale del contributo corrisponde al 60% della spesa ammissibile, che comprende acquisti di arnie da nomadismo e supporti in legno o metallo per arnie già registrate all’anagrafe apistica o acquistate grazie al contributo.

Misura E: misure di sostegno del ripopolamento del patrimonio apistico dell’Unione

Azione e.1: acquisto di  sciami, nuclei, famiglie, pacchi d’api e api regine

Il contributo per quest’azione copre il 60% delle spese ammissibili per l’acquisto di sciami, nuclei, famiglie, pacchi d’api e api regine. È importante ricordarsi di effettuare tutte le documentazioni relative alla movimentazione all’ Anagrafe apistica e di premunirsi di tutti i certificati attestanti la provenienza di quanto acquistato. Inoltre, è necessario farsi rilasciare il certificato CREA-AA che attesti che le api acquistate siano appartenenti alla sottospecie Apis mellifera ligustica. Le regine, infine, devono essere marchiate sul torace con il colore di riferimento dell’anno di approvazione del contributo.

Spese ammissibili

Tutte le spese devono essere corrisposte per l’acquisto di beni nuovi di fabbrica e privi di vincoli e ipoteche. Le fatture devono riportare chiara e precisa descrizione del materiale acquistato, con relativo riferimento (numero seriale o matricola). Inoltre, le fatture devono essere corredate dalla liberatoria rilasciata dai fornitori indicanti l’esatto importo che il beneficiario deve pagare e la dichiarazione che non verranno emesse note di accredito a suo favore. Infine, l’IVA è esclusa dalla spese ammissibili al contributo.

I pagamenti devono essere corrisposti dal beneficiario del finanziamento e devono essere completamente tracciabili, quindi eseguiti tramite bonifico, Ri.Ba e con carta di credito collegata al conto corrente indicato nella domanda di finanziamento e nel fascicolo aziendale.

Presentazione della domanda

La domanda di finanziamento può essere presentata entro e non oltre il 30 novembre 2018. Essa deve essere redatta sull’apposito modulo Agea, sottoscritta, scannerizzata e inviata in formato PDF tramite PEC all’indirizzo argea@pec.agenziaargea.it, indirizzata al Servizio Autorizzazione Pagamenti e Controlli FEAGA/FEAMP dell’Argea Sardegna. La mail deve riportare in oggetto la seguente dicitura: Reg. (UE) n. 1308/2013 – Domanda di aiuto Programma apistico 2018-2019.

Il modulo di domanda è reperibile sul sito http://www.sian.it .

Ulteriori informazioni

Alla domanda, oltre a quanto richiesto dal Quadro C, devono essere allegati 3 preventivi rilasciati da fornitori concorrenti e una dichiarazione sostitutiva contenente le informazioni necessarie per l’attribuzione del punteggio per la definizione delle graduatoria unica regionale. Il modello è reperibile al seguente indirizzo: http://www.regione.sardegna.it.

Per ulteriori informazioni, per visionare direttamente il testo del bando e per la informazioni sulla modulistica, possono essere consultati i seguenti link:

http://www.regione.sardegna.it/j/v/2568?s=374199&v=2&c=3&t=1

https://www.regione.sardegna.it/j/v/2599?s=1&v=9&c=88&c1=88&id=72015

Sistemi di monitoraggio 3Bee

sistemi di monitoraggio per alveari 3BeeVuoi scoprire di più sui nostri sistemi di monitoraggio da remoto? Consulta la pagina dedicata oppure scrivici direttamente all’indirizzo mail info@3bee.it per ricevere maggiori informazioni e un preventivo dettagliato.