Come fare per aiutare le api, sostenere gli apicoltori che le curano, salvaguardare l’ambiente e gustare del miele buono, genuino e 100% italiano? Adotta un alveare 3Bee!

Per un intero anno, potrai monitorare da remoto il tuo alveare, seguendolo durante la stagione produttiva, quando è in piena raccolta di nettare e in fase di crescita. Durante l’inverno, potrai vedere il consumo delle scorte, gli interventi dell’apicoltore e la successiva ripresa primaverile. Tutto questo è possibile grazie ai nostri dispositivi 3Bee, che permettono di tenere sempre sotto controllo i principali parametri biologici dell’alveare. Potrai collegarti al tuo alveare direttamente dal tuo cellulare, in qualsiasi momento. A fine stagione apistica, riceverai a casa tua il miele da te scelto fra quelli prodotti dal tuo apicoltore.

Potrai scegliere il tuo alveare tra quelli messi a disposizione dai nostri apicoltori, dislocati in tutta Italia. Preferisci monitorare quello in alta montagna oppure quello che si trova in collina? Vuoi scegliere in base alla regione oppure al tipo di miele prodotto? Oppure vuoi lasciarti guidare dalle storie dei nostri apicoltori e dalle loro esperienze di apicoltura?

Per questo ti portiamo di volta in volta in diverse regioni, presentandoti le singole apicolture. Oggi siamo in un’altra delle nostre splendide regioni: adotta un alveare in Emilia-Romagna!

L’apicoltura in Emilia-Romagna

In Emilia-Romagna l’apicoltura ha una tradizione molto forte, con radici risalenti nel tempo. Tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 si sono poste le basi per l’apicoltura così come viene condotta oggi. Negli anni ’30 del secolo scorso è stato fondato anche un Istituto Nazionale di Apicoltura, proprio per l’importanza che il settore e il suo sostegno hanno per quella realtà locale.

Adotta un alveare in Emilia-Romagna 3bee

Questa attività è estremamente diffusa nelle zone rurali, soprattutto nelle aree della Pianura Padana e dell’Appennino, dove le api possono raccogliere svariate fioriture durante tutta la stagione produttiva. Tra quelle più comuni e importanti, ricordiamo l’erba medica, il mirtillo, il pruno selvatico, il rovo, la lupinella e il lampone. Tutta questa ricchezza si ritrova nel miele prodotto in questa regione, con tutte le sue particolarità e caratteristiche.

A livello di alveari, l’Emilia-Romagna è una tra le regioni italiane più popolose, con circa 5000 attività apistiche, di cui 1654 professionisti, e 150.946 alveari. Di questi, poco più di 27.000 sono gestiti secondo il disciplinare del biologico. Le zone dove si trovano più alveari sono quelle circostanti Imola, Forlì e Rimini, dove la densità per km2 è più alta. Risulta poi più praticata la scelta dell’apicoltura stanziale, con prevalenza di allevamento di api ligustiche.

Tra le tipologie di miele più diffuse, ricordiamo sicuramente l’acacia, l’erba medica, la melata di bosco, il tiglio e il millefiori.

Scopri anche tu tutte le apicolture che utilizzano i sistemi 3Bee e adotta un alveare in Emilia-Romagna.

Il Miele della Nonna di Cimatti Enrico

il miele della nonna di cimatti enrico adotta un alveare 3bee

Nel cuore della Romagna, Enrico, aiutato dal padre Giuseppe e dalla madre Laura, conduce la sua attività apistica. Le loro api, attingendo dalla flora del territorio, producono miele di acacia, tiglio e millefiori. Questa piccola azienda a conduzione familiare è nata da una passione che si tramanda in famiglia da ben 3 generazioni. Enrico, fin da piccolo, seguiva le api con i nonni paterni, a cui ha dedicato il nome della sua realtà apistica. Grazie alla tecnologia 3Bee Enrico e la sua famiglia possono gestire al meglio le loro api, monitorandole costantemente da remoto. Aderendo ad “Adotta un alveare”, hanno modo di far conoscere il loro miele 100% romagnolo in tutta Italia.

Bee Patient

BeePatient adotta un alveare 3bee

Il miele Bee Patient è un miele millefiori prodotto all’interno dell’Oasi Zarda, in provincia di Ferrara. Qui le api possono raccogliere nettare e polline attingendo a una vastissima vegetazione, composta da aree boschive, indaco, tarassaco, cardo ed erba medica. Oltre ad avere a loro disposizione le acque pulite e incontaminate del lago del Quaternario, le api possono anche raccogliere melata per la produzione del loro prezioso miele.

Apicoltura Pilotti

apicoltura pilotti adotta un alveare 3bee

Andrea appartiene a una famiglia di apicoltori. Già a inizio ‘900, suo nonno allevava le api e ha trasmesso la passione al figlio, che a sua volta l’ha trasmessa ad Andrea. Oggi gestisce l’azienda di famiglia con l’aiuto della moglie e del figlio. L’apicoltura di Andrea ha sede a Salsomaggiore Terme, in collina, dove non si trovano né industrie né fonti di inquinamento.

Grazie alle estese coltivazioni di erba medica e trifoglio, il suo millefiori acquisisce un sapore unico, tutto particolare. Andrea non conduce solo apicoltura stanziale, ma sposta le api anche in montagna, in Val di Taro, dove le sue api possono produrre anche miele di castagno. Tra le altre tipologie, ricordiamo il tarassaco, l’acacia, il tiglio e l’ailanto.

Pur non aderendo al metodo biologico, Andrea pratica un’apicoltura davvero rispettosa delle api, il cui benessere è considerato primario. Grazie ai sistemi 3Bee, può monitorarle costantemente, sia in periodo di produzione che durante le stagioni più fredde. Questo gli permette di intervenire in modo mirato e tempestivamente. Con Adotta un alveare può far conoscere la sua realtà in tutta Italia e sensibilizzare le persone ai problemi che affronta quotidianamente questo settore.

Adotta anche tu un alveare in Emilia-Romagna, scegli il tuo apicoltore e il tuo miele preferito!

Iscriviti alla Newsletter

Resta costantemente aggiornato sul fantastico mondo delle api e su tutte le novità 3Bee!

Cliccando subscribe accetti la normativa della privacy d. lgs 196/2003 e Reg. UE 2016/67

 

funded by UE